Tutti i benefici delle mandorle siciliane - Panificio Mulara

Tutti i benefici delle mandorle siciliane

20 mandorle al giorno tolgono il medico di torno! No, non era proprio così il vecchio detto, ma è innegabile che mangiare mandorle faccia bene alla salute. Le mandorle sono un ingrediente cardine della tradizione culinaria siciliana, vengono usate in Sicilia per pesti, dolci, creme e pasticcini, trasformandosi in un trionfo di golosità, ma sono anche amate nella loro versione originale, come un buonissimo e nutriente spuntino. 

Benefici delle mandorle

Le mandorle sono un alimento eccezionale, poiché sono ricche di: fibre, calcio, potassio, proteine, vitamine (in particolare la vitamina E), calcio, magnesio, fosforo, potassio, zinco, rame, manganese, ferro, antiossidanti e acidi grassi mono-insaturi.

Grazie alle loro proprietà nutrizionali fanno molto bene al nostro organismo, perché: 

  • Sono energizzanti: grazie all’azione di acidi grassi e vitamina B12.
  • Proteggono l’intestino: fibre e polifenoli intervengono in maniera benefica nei processi immunitari, infiammatori e intestinali favorendo il mantenimento di una sana flora batterica e un corretto funzionamento gastrointestinale.
  • Riducono il rischio di diabete: le fibre, gli acidi grassi monoinsaturi e gli omega-3 sono in grado di regolare i livelli di zucchero nel sangue nella fase digestiva del post pranzo e permettono di rallentare l’assorbimento intestinale del glucosio presente nei cibi.
  • Fanno bene alle ossa: grazie all’alto contenuto di calcio, magnesio e fosforo sono ideali per le ossa, ne garantiscono il benessere e prevengono l’osteoporosi. 5-10 mandorle al giorno sono sufficienti a coprire il 10% del fabbisogno giornaliero di calcio.
  • Aiutano a tenere sotto controllo il peso: sono un ottimo spuntino e attraverso l’azione dei grassi insaturi migliorano la composizione corporea favorendo la trasformazione del cibo in massa magra.
  • Aiutano a combattere il colesterolo: i grassi monoinsaturi e la vitamina E riducono il colesterolo cattivo nel sangue, le fibre riducono l’assorbimento del colesterolo, prodotto dal nostro organismo e introdotto attraverso gli alimenti.
  • Sono ottime in caso di anemia: essendo ricche di ferro sono un ottimo alimento per chi ha carenza di ferro.
  • Riducono il rischio di infarto: grazie alla capacità di ridurre i livelli di trigliceridi e di colesterolo nel sangue, migliorano il flusso sanguigno e abbassano il rischio di ictus, infarto, restringimento delle arterie (arteriosclerosi) e angina (dolore al torace).
  • Proteggono dallo stress ossidativo: combattono i radicali liberi grazie all’azione della vitamina E, noto antiossidante, e tenendo a bada il colesterolo. 
  • Rallentano l’invecchiamento: la vitamina E proteggendo l’organismo dall’azione dei radicali liberi rallenta i fenomeni di invecchiamento cellulare e garantisce il mantenimento del benessere fisico.

Quante mangiarne al giorno

Il quantitativo di mandorle giornaliero da non superare è di 30-35 grammi che corrispondono a circa 15-20 mandorle (dipende dalla grandezza). Andare oltre queste dosi significa apportare troppe calorie al corpo. Quando possibile è meglio consumarle senza pelate dato che la buccia contiene molte sostanze antiossidanti.

Mandorle siciliane e mandorle californiane, quali differenze?

In commercio non si trovano solo le mandorle siciliane, ma anche quelle californiane. Ecco le differenze.

Un mandorleto dell’entroterra Siciliano

Le mandorle siciliane hanno un guscio molto duro e tenace. Crescono spontaneamente e sono perfettamente in armonia con il clima siciliano. Su di esse non avviene nessun trattamento. Vengono raccolte a fine agosto e distese ad asciugare al sole per evitare la formazione di muffe e micotossine. 

Le mandorle californiane hanno un guscio tenero derivato dall’irrigazione intensiva a cui vengono sottoposte. Proprio a causa dell’irrigazione intensiva sviluppano funghi e aflatossine e registrano un calo delle proprietà nutritive ed organolettiche. 

Come riconoscerle?
Generalmente le mandorle siciliane si presentano di dimensioni medio-piccole e di colore marrone scuro. Le mandorle californiane invece sono più grandi e di colore marrone chiaro.

Noi e le mandorle

La Sicilia è piena di mandorleti, soprattutto nel centro dell’isola, dove ci troviamo noi. Si potrebbe dire che ogni famiglia ne possieda uno, piccolo o grande che sia. Coltivare, raccogliere e mangiare le mandorle per i siciliani è una cosa che rientra nell’ordine naturale delle cose. A questo punto è scontato dire che per i nostri prodotti utilizziamo solo ed esclusivamente mandorle siciliane. 

Non hai ancora provato i nostri prodotti con le mandorle? Nel nostro shop online ti aspettano deliziose paste di mandorle, dolcissimi croccantini alla mandorla e al pistacchio e una golosissima crema alle mandorle bio (con il 60% di mandorle). La mandorla è anche protagonista di alcuni dei nostri panettoni più buoni: il mandorlato siciliano e quello alla mandorla, così come delle nostre colombe pasquali!

Mangiare le mandorle siciliane è un’esperienza di gusto unica, ma anche un viaggio nella storia del Mediterraneo e nelle tradizioni siciliane, di cui parliamo in questo articolo.

Sane, gustose e leggendarie: mandorle, what else?